Ok Vi informiamo che il nostro negozio online utilizza i cookies e non salva nessun dato personale automaticamente, ad eccezione delle informazioni contenute nei cookies. Per maggiori informazioni: Cookie Policy
Il segreto della salute è mantenere il giusto PH

Il segreto della salute è mantenere il giusto PH

 (69)    (1)    0

  BenessereSalute  

La salute è soprattutto una questione di equilibrio. Anche senza le conoscenze scientifiche attuali, già gli antichi saggi e l’Ayurveda, la millenaria scienza indiana, avevano capito che il nostro benessere fisico e psichico dipende dall’armonizzare le diverse forze che agiscono all’interno del nostro organismo.

A questi elementi oggi possiamo dare il nome di “acidi” e di “basi”. Entrambe le categorie di sostanze sono utili al nostro corpo e contribuiscono al funzionamento delle attività vitali, ma le proporzioni tra loro non devono essere alterate, per non compromettere la delicata armonia che ci permette di stare bene. Ogni parte del nostro corpo ha bisogno del suo grado di acidità, che si misura in pH in una scala da 0 a 14. Se il pH < 7 le sostanze sono considerate acide, se è pari a 7 sono neutre, se sono >7 sono ritenute basiche.  Lo stile di vita frenetico e un’alimentazione scorretta ai giorni nostri ci espongono al rischio di una sempre maggiore “acidificazione” del corpo.

Ma cosa succede se l’equilibrio acido-basico viene compromesso?

Quando le scorie acide raggiungono una concentrazione tale da non poter essere eliminate dai nostri organi, come reni e polmoni, si viene a creare la condizione chiamata “acidosi tissutale”, come conseguenza si viene a creare la necessità di diminuire l’eccessiva acidità. Il primo luogo bisogna tornare a una situazione di bilanciamento acido-basico attraverso una depurazione per poter “sbloccare” i depositi di tossine acide e riattivare gli organi che sono incaricati della loro espulsione, in secondo luogo occorre diminuire l’assunzione di alimenti acidificanti rinunciando, spesso ma non sempre, alla carne, ai dolci e ai latticini che dopo la digestione lasciano residui acidi.

È consigliabile portare sulla tavola una grande varietà di ortaggi e di frutta perché lasciano come “resto” della metabolizzazione delle sostanze basiche, che vanno a neutralizzare una parte dell’acidità accumulata nell’organismo.

In ultima istanza, non bisogna dimenticare di intervenire sullo stile di vita: l’attività fisica è importante perché attraverso la respirazione e la sudorazione vengono espulse molte tossine.

Nutrycell diventa così un’indispensabile aiuto, in quanto essendo un integratore naturale, e con la presenza dell’aceto di riso integrale, aiuta l’organismo a contrastare la proliferazione dei radicali liberi e fa da scudo all’aumento del colesterolo. Ma non solo! L’aceto di riso, essendo ricco di acido citrico aiuta tutto l’organismo ad avere maggiore energia e vitalità!

Per una consulenza GRATUITA inviaci un’e-mail a info@avessence.com o contattaci sulla nostra pagina Facebook: http://facebook.com/Avessence

 (69)    (1)    0

Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha
Commenti di Facebook