Ok Vi informiamo che il nostro negozio online utilizza i cookies e non salva nessun dato personale automaticamente, ad eccezione delle informazioni contenute nei cookies. Per maggiori informazioni: Cookie Policy
Fibromialgia, cos’è e come trarne sollievo

Fibromialgia, cos’è e come trarne sollievo

 (1940)    (3)    0

  Salute

“Oggi è uno di quei giorni in cui ogni piccolo movimento sembra eroico...”, questo è solo uno dei tanti commenti disperati che è possibile leggere sotto l’articolo di una reumatologa, la Dott.ssa Fulvia Rossi, in cui si parla della cosiddetta “malattia invisibile”.

Si tratta della fibromialgia, una sindrome muscolo-scheletrica a lungo termine che causa dolore ed affaticamento che colpisce le ossa e i muscoli provocando dolori cronici in tutto il corpo. Viene definita “non visibile”, perché, purtroppo, risulta molto difficile da diagnosticare in quanto non esistono dei parametri scientifici o marcatori di laboratorio che aiutino a identificarla.

Al contrario, la manifestazione nel paziente è parecchio aggressiva a causa di sintomi piuttosto forti e debilitanti. Si tratta, come già accennato, di dolori diffusi in tutto il corpo, che portano a una condizione di rigidità muscolare e stanchezza generale. Partendo da questi sintomi, diciamo così, di base, se ne genera poi una sfilza infinita, ed ecco che si innesca un circolo vizioso: si ha difficoltà a riposare la notte, sbalzi d’umore, affaticamento, emicranie e via discorrendo. Vien da sé che ogni aspetto della vita della persona viene intaccato in modo negativo e debilitante. E anche chi vive al loro fianco ne subisce le conseguenze.

All'apparenza, si tratta di sintomi che chiunque di noi può manifestare in un determinato periodo della propria vita e per questo può risultare facile associarli ad altre problematiche e/o patologie. Ma è proprio questa la chiave da cui partire per diagnosticare la fibromialgia: se il dolore permane per un periodo di almeno tre mesi e se nessuno dei sintomi può essere imputato a una qualche altra patologia, allora POTREBBE trattarsi di questa. A questo punto potrebbero venire in aiuto alcuni esami del sangue come, ad esempio, l’esame emocromocitometrico, la VES, il livello di fattori reumatici e gli esami della tiroide.

Purtroppo, ad oggi, non esiste una cura, ma alcuni farmaci, quali antidolorifici, antidepressivi, antiepilettici e integratori possono sicuramente aiutare il paziente a gestire il malessere. Oltre al supporto farmacologico risulta importante seguire una serie di accortezze che senza dubbio servono ad alleviare il dolore, e quindi a migliorare lo stile di vita. Infatti, da una serie di studi e di testimonianze risulta fondamentale per i pazienti affetti da fibromialgia cercare di ridurre lo stress, dormire il più possibile, fare attività rilassanti, condurre uno stile di vita sano e fare esercizio fisico, ovviamente rispettando sempre i propri limiti. A tal proposito, un’attività particolarmente consigliata è lo yoga, a cui possono accompagnarsi sedute di massaggi e/o agopuntura.

In aggiunta a quanto detto finora si consiglia anche l’assunzione di alcuni integratori naturali, prevalentemente a base di magnesio e di acetil-L- carnitina, in quanto il primo riduce il dolore e incentiva la produzione di ATP, molecola di energia, e il secondo serve a produrre un ormone, l’acetilcolina, utile per migliorare l’umore e la memoria.

Moltissime persone affette dalla malattia hanno riscontrato un grandissimo sollievo dopo l’assunzione dell’integratore Nutrycell, un prodotto naturale e assolutamente non farmacologico, interamente a base di acqua marina depurata, aceto di riso, estratto fluido di tallo di lithothamnium calcareum, sodio selenito. Non nasce come prodotto specifico per malati di fibromialgia, ma grazie ai suoi ingredienti, in particolare grazie al lithothamnium calcareum, dona al paziente più energia, più forza e una maggiore lucidità mentale. E questo ha chiaramente dei benefici su tutti gli altri aspetti che prima erano totalmente debilitanti.

Per maggiori informazioni è possibile consultare le testimonianze di alcune persone che hanno scelto di assumere l’integratore qui: TestimonianzeFibromialgia, leggere le recensioni del prodotto, o ancora consultare uno dei nostri esperti in modo gratuito per rivolgere a loro qualsiasi domanda.

È possibile leggere l’articolo citato sopra sul sito de “Il Resto del Carlino” Reggio Emilia: www.ilrestodelcarlino.it/reggio-emilia/salute/fibromialgia-sintomi-iniziali

Anche un personaggio noto a tutti tempo fa ha dichiarato di essere affetta da questa malattia. Si tratta di colei che ha da pochissimo ricevuto il premio Oscar per la miglior colonna sonora, Lady Gaga, ecco le sue parole: “Combatto contro ansia, sindrome da stress post traumatico, attacchi di panico e depressione. Il dolore cronico è uno scherzo, ogni giorno ti alzi senza sapere come ti sentirai”. Questo potrebbe servire da spunto a tutte le persone che ogni giorno sono costrette a convivere con la malattia e a lottare, e magari potranno trovare la forza di pensare che, prima o poi, anche loro potranno vincere il loro “Oscar” personale!

Se temi di essere affetta da fibromialgia contatta subito il tuo medico, dopodiché scrivici che ti metteremo in contatto direttamente e gratuitamente con una delle nostre naturopate affetta anche lei da fibromialgia, ma che, grazie a NutryCell ora vive molto meglio.

Per una consulenza GRATUITA inviaci un’e-mail a info@avessence.com o contattaci sulla nostra pagina Facebook: http://facebook.com/Avessence

 Ti aspettiamo a braccia aperte.

 Le indicazioni riportate non costituiscono elenco esaustivo.

 (1940)    (3)    0

Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha
Commenti di Facebook